Google search engine
Home Lavorazione dei metalli Mercato dei metalli: lo stagno, tra eccesso di domanda e carenza di...

Mercato dei metalli: lo stagno, tra eccesso di domanda e carenza di offerta

0
242
Mercato dei metalli lo stagno

Sui mercati dei metalli si sta sviluppando una stretta di latta che ha il potenziale per far sembrare il recente divertimento in GameStop una scaramuccia minore perché lo stagno è un elemento critico nell’elettronica moderna ei governi stanno iniziando a prenderne atto.

Il segno più ovvio che lo stagno viene schiacciato tra l’eccesso di domanda e una carenza di offerta è il prezzo in contanti per la consegna immediata, in aumento dell’80% rispetto a questa volta lo scorso anno da $ 14.000 a tonnellata sul London Metal Exchange (LME) a ​​$ 25.290 / t.

Ma l’ultimo prezzo è per lo stagno consegnato immediatamente. Lo stagno negoziato con un contratto a termine di tre mesi ha un prezzo di $ 23.343 / t mentre lo stagno con un contratto a termine di 15 mesi ha un prezzo di $ 22.423 / t.

In un mercato ordinato (chiamato contango dai commercianti di metalli) quei prezzi sarebbero al contrario con i prezzi futuri superiori al prezzo in contanti del metallo per la consegna immediata.

Ma lo stagno oggi è ben lungi dall’essere scivolato ordinatamente in uno stato noto come backwardation, in cui il prezzo futuro è inferiore e chiunque abbia un contratto a lungo termine affronta la prospettiva di una perdita se costretto ad acquistare metallo per annullare il contratto.

C’è un altro segnale più preoccupante che lo stagno diventi un problema per i consumatori, come le aziende di elettronica che lo usano come saldante senza piombo in prodotti come telefoni cellulari e laptop e questo è un drastico restringimento di quello che dovrebbe essere uno degli occidentali. le più grandi scorte mondiali di stagno, materiale contenuto nei magazzini del LME.

Negli ultimi due anni, poiché l’offerta di stagno appena estratto è diminuita, la domanda da parte delle aziende di elettronica che producono componenti come i circuiti integrati è aumentata notevolmente, con un aumento del 40% nell’ultimo trimestre dello scorso anno.

La scomparsa delle scorte

Il risultato netto è che le scorte di LME sono crollate di quasi il 90% da circa 7000 t in questo periodo dell’anno scorso a 790 t, il più basso mai registrato.

È una storia diversa in Cina, dove lo stagno detenuto dallo Shanghai Futures Exchange è salito nelle ultime settimane a 7450 t, un livello che garantisce alle aziende di elettronica in Cina un accesso relativamente facile alle forniture quando necessario.

Lo stagno, tuttavia, è molto più di una semplice storia di domanda e offerta con interventi politici e governativi mai lontani.

L’ultimo incidente internazionale a turbare il mercato dello stagno è stato il colpo di stato militare in Myanmar, uno dei maggiori fornitori di stagno, soprattutto in Cina.

La manipolazione del mercato del mercato dello stagno è stata spesso una caratteristica in quanto produttori e consumatori combattono per il dominio del mercato con l’evento più famoso che 40 anni fa è stato un tentativo da parte del governo malese di prevenire un crollo dei prezzi mentre materiali rivali, come le lattine di alluminio, hanno mangiato il mercato dei contenitori in acciaio rivestiti di stagno.

In quello che è diventato un disastro nazionale il governo, operante attraverso l’International Tin Council (ITC), non è riuscito a mantenere il mercato, innescando alla fine un crollo dei prezzi all’ingrosso esacerbato dal governo degli Stati Uniti che ha rilasciato stagno dalle sue scorte strategiche.

L’uso di Tin risale all’età del bronzo

È l’importanza dello stagno in una serie di industrie sensibili che annullano la sua immagine benigna di metallo con 5000 anni di storia alle spalle quando lo stagno è stato mescolato con il rame per produrre il bronzo – un’era etichettata come l’età del bronzo, precedente persino all’antica Grecia.

L’International Tin Association, l’ente ufficiale che ha sostituito l’ITC caduto in disgrazia, è preoccupata per le future forniture del metallo a causa del potenziale per lo sviluppo di materiale sostitutivo e perché i governi potrebbero porre limiti al consumo in quanto è considerato un elemento critico sia in termini di utilizzo industriale e predominio del singolo fornitore, la Cina.

Macquarie Bank ha notato l’estrema rigidità del mercato dello stagno in una nota di ricerca la scorsa settimana che ha identificato un rapido aumento della domanda cinese di stagno come circuiti integrati per saldatura e dispositivi fotosensibili.

Con il Myanmar un fornitore incerto a causa delle sue turbolenze politiche e con altri grandi fornitori che segnalano cali nel grado di minerale, il quadro fondamentale dell’offerta e della domanda è di deficit crescenti, sulla base delle carenze degli ultimi tre anni.

Deficit sostenuti

“Nei prossimi anni, ci aspettiamo deficit marginali ma sostenuti per mantenere i prezzi elevati, ma al di là di qualsiasi aumento estremo degli spread LME”, ha detto Macquarie.

Una domanda chiave a breve termine è se la domanda globale di semiconduttori possa mantenere la sua recente forza ciclica, anche se anche se il mercato rallenta, è probabile che venga sostituita dalla domanda nel settore automobilistico.

Il risultato netto è che lo stagno, uno dei primi metalli utilizzati dall’uomo, sta affrontando una stretta della domanda che sta iniziando a farsi sentire nei mercati finanziari e potrebbe presto diventare un problema del governo se le scorte di LME crollate sono un indicatore di una carenza di stagno in atto il settore dell’elettronica.

Previous articleCALETTATORI DI BLOCCAGGIO PER ATTRITO CHIARAVALLI
Next articleCatalogo ROBOTUNITS – LA RULLIERA A GRAVITÀ VERSATILE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here