L’aumento dei costi di spedizione delle merci è un problema globale

0
217
umento dei costi di spedizione

Esportatori, importatori e loro agenti stanno valutando la possibilità di acquistare i propri container marittimi e noleggiare navi per evitare i costi altissimi e i ritardi dei servizi esistenti. La maggior parte dei 25 milioni di container utilizzati in tutto il mondo sono di proprietà o affittati da circa una dozzina di vettori marittimi tra cui AP Moller-Maersk A / S con sede a Copenaghen e la cinese Cosco Shipping Holdings Co.

Le casse d’acciaio sono ancora scarse sulle rotte dalla Cina, la più grande nazione commerciale del mondo. Gli esportatori asiatici lamentano che le tariffe per il trasporto di merci in Europa o negli Stati Uniti sono quintuplicate nell’ultimo anno. Un grande produttore di giocattoli come Sea-Monkeys afferma che gli acquirenti rimandano le spedizioni fino a quando i prezzi non si abbassano.

Se persiste, la crisi minaccia di offuscare le speranze di una ripresa senza problemi dalla crisi pandemica dell’economia mondiale. Mentre il boom della domanda di tecnologia work-from-home e attrezzature mediche ha alimentato un forte rimbalzo degli scambi, le pressioni sul lato dell’offerta stanno mettendo a dura prova le scorte e pesano sui bilanci.

“Abbiamo ancora un arretrato che è il più alto che abbiamo avuto nella nostra storia”, ha detto la scorsa settimana Clarence Smith, presidente di Haverty Furniture Cos. Di Atlanta, 135 anni, in una teleconferenza. “Stiamo pagando un premio per ottenere il prodotto per essere sicuri di poter servire i nostri clienti” e “stiamo aumentando i prezzi”.

Mentre alcuni economisti si aspettano che i ringhi si allentino intorno alla metà dell’anno, un periodo prolungato di tariffe di trasporto elevate può alla fine mordere i portafogli dei consumatori. Un documento del 2016 della Federal Reserve Bank di Kansas City ha affermato che “un aumento del 15% dei costi di spedizione porta a un aumento di 0,10 punti percentuali dell’inflazione core dopo un anno”.

Effetti “trascurati”

Negli Stati Uniti, il volume delle merci importate rappresenta circa il 12% del prodotto interno lordo e la maggior parte arriva via mare. Poiché gli indici dei prezzi delle importazioni statunitensi non includono informazioni sulle tariffe cargo, “le pressioni sui costi di spedizione agiscono come un canale aggiuntivo, ma spesso trascurato, attraverso il quale le importazioni influenzano la crescita dei prezzi aggregati”, afferma il giornale della Fed di Kansas City.

Illustrando quanto siano diventati disastrosi i colli di bottiglia, un’unità del gruppo tedesco Schwarz – uno dei più grandi operatori di supermercati del mondo – ha recentemente preso in considerazione l’assunzione di camion per portare le sue scorte dalla Cina all’Europa prima di escludere l’opzione. Ora, l’unità – Schwarz Asia Pacific Sourcing Ltd., o SAPS Ltd. – sta esaminando i modi per noleggiare un’intera nave per il trasporto di merci, secondo il dirigente di Hong Kong Bjoern Lindner.

“Stiamo esaminando ogni singola forma di trasporto che potrebbe essere possibile per noi portare merci in Europa”, ha detto Lindner, amministratore delegato di SAPS, in un’intervista. “Tutti i miei colleghi del settore stanno lottando per la capacità” e “dobbiamo essere creativi”.

Altri pensano sulla stessa linea. Brian Sondey, amministratore delegato della società di leasing di container Triton International Ltd. di Hamilton, Bermuda, ha affermato che alcuni spedizionieri di merci stanno cercando di acquistare le proprie scatole e “trovano che in qualche modo si tratta di un prezzo netto inferiore”.

“Abbiamo riscontrato un certo interesse in persone come le Amazzoni del mondo che iniziano forse a possedere alcuni dei loro container perché vengono caricati dalle compagnie di navigazione quando trattengono i container più a lungo di quanto dovrebbero”, ha detto Sondey su un teleconferenza la scorsa settimana.

La Global Shippers ‘Alliance, un gruppo industriale per produttori, rivenditori e grossisti, ha dichiarato in un comunicato del 17 febbraio che gli spedizionieri sono “furiosi per il caotico mercato delle spedizioni e per la mancanza di meccanismi per risolverlo”.

“Tutte le fermate”

Ma le navi portacontainer stanno “facendo di tutto” per soddisfare la forte domanda sostenuta, ha affermato John Butler, CEO del World Shipping Council, un gruppo che rappresenta l’industria dei trasporti marittimi. “Tutte le navi stanno navigando, vengono utilizzate tutte le attrezzature per container disponibili, i vettori stanno installando nuovi depositi nell’entroterra per accelerare le operazioni di turn-time dei camion e fare del loro meglio per tenere informati i clienti in una situazione estremamente imprevedibile”, ha detto.

Parte della pressione sull’offerta potrebbe allentarsi nei prossimi mesi, dato che il volume dei container al porto di Shanghai è aumentato di oltre il 20% durante le vacanze del capodanno lunare rispetto a un anno fa, e il throughput al porto di Ningbo Zhoushan è aumentato di circa il 29%, secondo quanto riportato da Xinhua, citando i dati. dalla China Ports & Harbors Association.

Li Muyuan, vice presidente della China Container Industry Association, che rappresenta i produttori di container, ha scritto in un articolo di questo mese che la carenza di container si era leggermente ridotta rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno. I produttori cinesi hanno prodotto 440.000 container a gennaio, ha aggiunto, all’incirca pari alla domanda del mercato di nuovi container.

Tuttavia, più i costi di spedizione restano elevati, più rimane la domanda se inizieranno a comparire nel prezzo dei beni di consumo.

Previous articleMagneti Marelli – Motori e Alternatori
Next articleMagneti Marelli – Sistemi tergicristallo Catalogo 2021

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + 12 =